La Deframmentazione dei Dischi SSD: Serve Davvero? Informazioni Importanti

deframmentazione-dischi-ssd

Tante persone che possiedono un drive allo stato solido o che stanno considerando l’acquisto di uno si chiedono se hanno bisogno o meno di deframmentarlo per mantenere le prestazioni elevate. La semplice risposta a questa domanda è NO. In realtà, se si deframmenta un disco rigido a stato solido, si potrebbe finire per fare più male che bene! SSD hanno un numero limitato di scritture disponibili. Anche se questo limite non è generalmente raggiungibile con l’utente medio, azioni come deframmentare il disco rigido può causare scritture inutili che diminuirà quel numero drasticamente.

Per saperne di leggi qui sotto sulle unità standard di disco rigido (HDD), drive allo stato solido (SSD) e come una deframmentazione condiziona tutto.

Che cosa è la Deframmentazione?

 




Gli hard disk tradizionali utilizzano strati di dischi rotondi per memorizzare i dati magneticamente. Man mano che più dati vengono aggiunti a un disco rigido, le superfici di questo disco cominciano a riempirsi e lasciare piccoli spazi vuoti inutilizzato. Una volta che tali spazi diventano più piccole e si devono scrivere file più grandi per l’unità, i file più grandi vengono frammentati in pezzi in modo che possano stare sugli spazi vuoti. Alla fine, anche i file di piccole dimensioni vengono frammentati man mano che vengono aggiunti.

Quando i dati vengono poi letti dal disco rigido, i dischi devono girare per poter trovare i pezzi di informazioni che il file deve caricare. Più sono frammentati i pezzi, più tempo ci vorrà per il file per caricare.

La deframmentazione è qualcosa che si fa con il programma del computer che riorganizza i file su un disco rigido per rimuovere quei frammenti e riunire i file di nuovo insieme. Anche se questo aiuta il disco rigido per funzionare in modo più efficiente, un disco deframmentato spesso può richiedere ore – più dati presenti sul disco, e più il tempo che ci vuole.

Questo significa che per mantenere continuamente ad alte prestazioni un disco rigido, si dovrebbe deframmentare sempre quando si aggiungono nuovi file, ma la sua esecuzione anche una volta al giorno su un computer sarebbe un problema con i più grandi dischi rigidi da 1TB o più grande in termini di dimensioni ( che è abbastanza comune in questi giorni).

Deframmentare un disco HDD

La maggior parte dei computer acquistati hanno un disco rigido, che è quello che ho descritto sopra, come il disco rigido “tradizionale”. Ciò significa che la loro velocità è limitata dalla loro valutazione complessiva di velocità (RPM sono le Rotazioni Per Minuto, più alta è questo valore meglio sarà), ma dipende anche da quante volte viene eseguita la deframmentazione.

I due maggiori aspetti negativi di questo è che l’utente medio di informatica non sa nulla sulla deframmentazione e sarebbe una battaglia continua cercando di mantenere un disco rigido perfettamente conservato per la velocità ottimale.

Come risultato, le persone accettano semplicemente che i computer lavorino un po’ lento e richiedono un minuto per caricare certi file. Tuttavia, non tutti i computer lavorano in questo e non c’è bisogno di spendere una fortuna per ottenere un normale computer che lavori come un super-computer.

La Deframmentazione dei dischi SSD

Un altro tipo di disco rigido è chiamato una unità a stato solido o SSD. Mentre questi dischi sono stati in giro per un bel po’, erano generalmente molto costosi, anche per capacità di memorizzazione piccole. Tuttavia, negli ultimi anni il costo di un disco SSD è calata notevolmente per cui adesso è alla portata di tutte le tasche.

In primo luogo, vorrei spiegare velocemente la tecnologia SSD paragonando questo disco a qualcosa che già conoscete – la memoria flash. Smartphone, macchine fotografiche digitali e i drive USB tutti fanno uso di una tecnologia diversa per memorizzare i dati chiamata appunto memoria flash che è facilmente trasportabile. Per gli smartphone e le fotocamere, questi sono piccoli dischi con contatti metallici su un lato, mentre la pen drive è semplicemente una scatola con un attacco USB alla fine.

I drive allo stato solido utilizzano la memoria flash al posto di girare i dischi magnetici. Per l’utente del computer, questo rappresenta una differenza importante rispetto ad un disco HDD tradizionale.

   1. Affidabilità – Hai mai sofferto per la perdita di dati su un computer, in particolare di un computer portatile dopo che è stato lasciato cadere o colpire duramente durante l’uso? Anche le cose stupide come non spegnere il computer in modo corretto possono causare questa perdita di dati con i dischi HDD tradizionali. Con un disco a stato solido, ci sono zero parti in movimento e non sono basate sulla memorizzazione magnetica, ed è per questo che sono molte volte più affidabili.

   2. Velocità – Poiché non ci sono parti in movimento, i dati nei dischi SSD sono accessibili subito, invece di cercarlo prima come nei dischi HDD. Ciò che ne risulta è una spinta importante per entrambe le velocità sia di lettura che di scrittura. Noterete i programmi software con tempi veloci di caricamento, di avvio veloce di Windows, e il salvataggio dei file molto più veloce (che può includere anche il download di file on-line).

   3. Manutenzione (Deframmentazione) – Con un disco SSD, non dovete preoccuparvi di manutenzione per evitare prestazioni degradanti. Tutto quello che ho parlato prima, cioè di file sempre frammentati non si applica alle unità a stato solido. Non sto dicendo che i file non sono frammentati su una unità SSD, ma il punto è che non importa, perché è tutto accessibile istantaneamente. Per l’utente normale d’informatica, questo si traduce in “basta usare il computer” – senza preoccuparsi di manutenzione con programmi speciali e si ottiene pure un notevole aumento di velocità!

Nota: Per riassumere il tutto, NON DOVETE DEFRAMMENTARE I DISCHI ALLO STATO SOLIDO SSD! Anche se lo si carica nel programma di Windows e dice che i file sono frammentati, non ti preoccupare. L’unico aspetto negativo della memoria flash è che si ottiene un numero limitato di scritture prima di questo tipo di memoria non possa più essere utilizzata. Tuttavia, in condizioni di utilizzo normale si può arrivare ad un decennio o anche più per raggiungere tali limiti (naturalmente sarebbe da sostituire prima che ha raggiunto tali limiti), ma se lo fai inutilmente deframmentare periodicamente, allora si potrebbe raggiungere tali limiti molto più velocemente. Semplicemente evitare la deframmentazione di questi dischi SSD e goditi di raggiungere velocità sorprendenti di lettura / scrittura per molti anni senza preoccupazione.

Date un’occhiata alle marche dei disco a stato solido consigliati qui per un aiuto a scegliere quello che giusto per te.



Summary
La Deframmentazione dei Dischi SSD: Serve Davvero? Informazioni Importanti
Article Name
La Deframmentazione dei Dischi SSD: Serve Davvero? Informazioni Importanti
Description
Si devono deframmentare? La semplice risposta a questa domanda è NO. In realtà, se si deframmenta un disco rigido a stato solido si male
Author